Pubblicazioni e articoli
I nuovi trattamenti implantologici non incidono sul denti vicini e preservano gengive e osso,
Odontoiatria estetica. La protesizzazione dei denti anteriori
Gli interventi di estetica dentale consentono di restituire funzionalità e armonia al sorriso

La perdita dei denti rappresenta un disagio sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista estetico. Fino a qualche tempo fa si procedeva all'utilizzo di protesi fissate ai denti attigui a quelli mancanti. Oggi, grazie ai nuovi strumenti e materiali dell'implantologia, branca della Odontoiatria che si occupa della sostituzione dei denti mancanti o compromessi, è possibile sostituire il dente o i denti mancanti in modo duraturo, funzionale e soddisfacente dal punto di vista estetico, conservando l'integrità dei denti vicini e la natura di gengive e osso. Il vantaggio è ancor più sensibile nei casi di protesizzazione della zona anteriore della bocca.
“La perdita di un singolo dente in zona anteriore estetica diversi anni fa veniva sempre riabilitato con la realizzazione di un ponte fisso convenzionale attualmente questo tipo di scelta, che comporta il sacrificio di tessuti dentali sani dei denti vicini, non è applicata perché non più soddisfacente. Il trattamento ideale, se è realizzabile è l'inserimento di un impianto osseo-integrato, che permette di risparmiare il trattamento dei denti vicini”, spiega il dott. Valerio Partipilo, chirurgo, odontoiatra e direttore sanitario della Dental Service, moderno servizio di locazioni odontoiatriche e pronto soccorso odontoiatrico barese.
“Il cliente, il dentista e il protesista - continua - devono tutti sapere molto bene che direzione seguire prima di cominciare un intervento di estetica dentale. Infatti - prosegue il dott. Partipilo - a una scelta sbagliata nella prima fase di progettazione del lavoro può seguire una fase chirurgica successiva non ideale e ripercuotersi negativamente sull'aspetto estetico della protesi finale. La valutazione del sito impiantare, come fase diagnostica e di pianificazione del lavoro è indispensabile.
Dopo l'ana1isi dello spazio necessario - aggiunge l'odontoiatra - si realizza una mascherina chirurgica per poter poi fare un analisi dell’esame radiografico e dei tessuti ossei e tessuti molli”. Superata questa fase. l'odontoiatra valuta il tipo di impianto, il suo diametro e il suo posizionamento nello spazio in modo che attorno a esso resti uno spessore di tessuto osseo di almeno un millimetro. Il tutto dovrebbe essere realizzato in tempi relativamente brevi in modo da non compromettere la vita sociale del soggetto interessato. Per tale ragione il paziente, spesso, chiede la sostituzione immediata.
“La protesizzazione immediata di impianti post-estrattivi è possibile, ma richiede qualche adattamento tecnico dovuto alla situazione della ferita post-estrattiva e dall'impianto appena inserito che può lasciare un piccolo spazio residuo intorno nella cavità dell'alveolo. Inoltre, lo strato buccale dell'osso nella regione frontale è solitamente molto sottile e viene parzialmente riassorbito dopo l'estrazione dentale.
Il risultato può essere una recessione che va a inficiare il risultato estetico”. È possibile, tuttavia, ricorrere a protesi provvisorie. “Il provvisorio si consegna nel corso della stessa giornata o entro il giorno successivo. In questo caso conviene inserire una vite di guarigione adeguata all'impianto e al sito e appena il provvisorio in resina è pronto va avvitato e controllato nei rapporti occlusali con gli altri elementi naturali del paziente. Il paziente viene invitato a non masticare su quel dente e a evitare sollecitazioni”.
In ultimo, dopo gli opportuni controlli si passa all'impianto definitivo. “Io prevedo un controllo ogni due settimane per assicurarmi che non ci siano infiammazioni dei tessuti parodontali, e poi - conclude il dott. Partipilo - due mesi di attesa per l'arcata inferiore e tre mesi per l’arcata superiore".

Corriere del Mezzogiorno – Domenica 30 Dicembre 2007

Studio Odontoiatrico Partipilo - Via L. Ranieri 2/21 angolo via G. Petroni ­ Bari
Tel/Fax +39 080 5038456 - Cell +39 349 6205355 - studio.partipilo@libero.it
P. IVA 02734960723

Creative Intelligence s.r.l.